Posizionamento siti Vicenza

Come scegliere le keywords per le pagine web

Chi vi ha realizzato o ottimizzato il sito DEVE averVi fatto scoppiare la testa a forza di sottolineare l’importanza delle keywords o parole chiave che dir si voglia. Vi avrà invitato e magari aiutato nella loro ricerca, almeno noi facciamo così, al fine di ottenere quelle migliori perchè sono fondamentali per lo sviluppo e l’ottimizzazione del sito web.  Ma cosa sono keywords e come trovare quelle migliori ?

Le keywords  sono le parole utilizzate dalle persone per cercare informazioni su internet attraverso i motori di ricerca come  Google.

Con l’esempio si capisce subito: ho deciso iniziare a correre. Non l’ho mai fatto e non so nulla sull’argomento, nemmeno che scarpe mi serviranno. Nessun problema:”Chiedo a Google!” Nel rettangolino di ricerca scrivo la mia parola chiave: “Le migliori scarpe per corerre”  e  subito ricevo una lista di risultati. Entro in un paio di siti elencati in prima pagina che hanno descrizioni accattivanti e sembrano più autorevoli degli altri.  Scopro che il modello “Gel Super J33” ( sembra il nome di un aereo…chissà che velocità…) prodotto dalla ASICS fa al caso mio. Allora via, altra ricerca per sapere dove sia il negozio più vicino che tratta questo prodotto. Questa volta utilizzo un’altra parola chiave:  “scarpe per correre Asics Vicenza” arrivano i risultati e finalmente IO so dove andrò ad acquistare le mie scarpe da running e spero VOI abbiate capito cosa sono le keywords – parole chiave.

Perchè le keywords sono importanti nella progettazione di un sito ?

Le keywords sono fondamentali  perchè permettono al professionista, a cui avete affidato l’incarico di realizzare o ottimizzare le pagine del  sito web, di avere chiaro l’obbiettivo del suo lavoro che coincide con il Vostro:

        dare maggiore visibilità ai Vostri prodotti o servizi su internet.

Ma procediamo con ordine: le persone cercano informazioni su internet  attraverso i motori di ricerca. Questi, per poter dare le risposte più pertinenti e corrette in brevissimo tempo, hanno la necessità di “memorizzare” in un loro “archivio” tutte le pagine web esistenti e di “catalogarle” per argomenti. Il motore di ricerca “cataloga” la pagina  cercando di comprenderne l’argomento “leggendo” i testi, le immagini ed altre importantissime informazioni.

Se una pagina non è stata realizzata ed ottimizzata per determinate keywords rischia di essere  memorizzata in una categoria sbagliata o comunque non perfettamente attinente alla tipologia di prodotto o servizio che l’azienda propone. La conseguenza, molto grave, di questo “errore di catalogazione” sarà quella di non vedere indicata anche la nostra pagina nei risultati della ricerca, perdendo così opportunità di business.

 Keywords “secche”o “long tail”

I professionisti del posizionamento web definiscono due tipi di keywords chiamandole secche o long tail. Le prime sono generalmente formate da 1 a 3 parole, per esempio “scarpe” o “scarpe Asics” . Si tratta di keywords usate in un alto numero di ricerche e proprio per questo possono generare un alto traffico nel sito. Purtroppo questa loro popolarità le rende molto difficili da posizionare e per battere la concorrenza, degli altri siti che ne fanno uso, possono essere necessari tempi e costi molto alti. Viceversa le keywords long tail  o “coda lunga”  sono generalmente impiegate in ricerche con 4 o più parole, per esempio “vendita scarpe da running Asics a Vicenza”,   hanno meno concorrenza rispetto alle keywords secche assicurando risultati di posizionamento in tempi e a costi minori. Il rovescio della medaglia è, per questo loro scarso impiego nelle ricerche, che generano poco traffico al sito, ma nel contempo offrono un altro vantaggio: un miglior tasso di conversione.

Ottimizzazione SEO Vicenza

Il tasso di conversione

Il tasso di conversione è un indicatore che “misura” il comportamento dei visitatori del nostro sito. E’ il rapporto tra tutti gli utenti che hanno visitato le nostre pagine con quelli che hanno compiuto un azione sul sito, hanno per esempio acquistato un prodotto, inviato una mail per ricevere informazioni, scaricato un file, si sono iscritti alla nostra newsletter ecc. Questo deve essere lo scopo principale del sito web: indurre gli utenti ad instaurare un rapporto con l’azienda  ed il tasso di conversione l’indicatore che meglio di tutti ci fa capire se siamo sulla strada giusta.

E’ verificato che  le keywords long tail  offrono un  tasso di conversione più alto  rispetto alle keywords secche perchè portano “traffico qualificato” al sito. Ci fanno ottenere visite di utenti maggiormente interessati alla nostra tipologia di offerta.

Come scegliere le keywords

Ora, dopo qualche definizione indispensabile per comprendere  meglio l’argomento, possiamo finalmente DarVi alcune indicazioni per scegliere con dovizia le keywords su cui, ripetiamo fino allo sfinimento, si baserà lo sviluppo e l’ottimizzazione delle pagine del sito web. Notate bene che abbiamo detto “ottimizzazione delle pagine” perchè Google, come tutti gli altri motori, non “pesca” i risultati  delle ricerche in un “catalogo” di siti, ma di pagine. Questo è un concetto molto importante perchè ci permette di ottimizzare ogni pagina del sito in funzione dell’argomento trattato al fine di risultare perfettamente “comprensibile” alle scansioni del motore di ricerca.

Ecco allora un promemoria per cercare di individuare le keywords migliori:

  • Devono essere idealmente termini rappresentativi del Vostro prodotto o servizio che desiderate promuovere. Nello stesso tempo risultare i più utilizzati su Google per ricerche affini alla stessa tipologia di mercato. Fate un test su Voi stessi o con i Vostri amici e colleghi: aprite la pagina di Google e provate ad immaginare cosa scriverebbero le persone per cercare il prodotto, il servizio, le offerte che desiderate pubblicizzare. Poi, con l’aiuto di uno strumento gratuito, che registra tutte le ricerche effettuate su Google nel tempo e nel mondo, chiamato  strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Adwords , confrontate i Vostri risultati con quelli proposti da questa applicazione. E’ un modo di operare che non ha la pretesa di arrivare alla miglior soluzione possibile, ma sicuramente un ottimo punto di partenza su cui poi poter applicare gli accorgimenti che seguono.
  • Considerare i “costi” per arrivare in prima pagina. Sempre con l’aiuto dello strumento gratuito di Google, occorre valutare anche la “concorrenza” della keyword scelta, ovvero l’investimento in termini di denaro e di tempo necessario per tentare di posizionare in prima pagina il nostro sito con quel determinato termine. Anche se avete un buon budget e ovviamente il settore di riferimento ve lo consente, Vi consigliamo di iniziare sempre da keywords long tail  che Vi garantiranno piccoli, ma significativi successi. Diffidate dal “tutto  e subito”… non ci è mai riuscito nessuno….
  • ConfrontateVi con la concorrenza per capire quali siano le parole chiave e gli argomenti maggiormente utilizzate nel Vostro settore di riferimento. Sia pur superficialmente, sarà sufficiente una semplice ricerca con Google utilizzando le keywords ottenute con i suggerimenti del paragrafo precedente, per scoprire se anche i Vostri concorrenti hanno ottimizzato le pagine con le stesse parole chiave che avete scelto Voi.
  • Valutate se utilizzare keywords che contengano il nome della Vostra città, regione, nazione. Se la Vostra attività si svolge prevalentemente su determinato territorio, valutate l’opportunità di aggiungere, per esempio, il nome della Vostra città alla keyword scelta come per esempio: “Studio legale Vicenza”, “lavorazione lamiera Vicenza” o ancora “vini del Veneto” e così via.

 

Sicuramente l’argomento non è si esaurisce qui, ma abbiamo cercato di trattare gli aspetti principali per mettere in grado chiunque di  scegliere e comprendere l’importanza  delle keywords . Grazie per la Vostra attenzione.