Server Vicenza

Fine del supporto Microsoft a Windows server 2003

Per le versioni di Windows server 2003 e 2003 R2 è arrivata l’ora di andare in pensione. Infatti dal 14 Luglio 2015 Microsoft terminerà di rilasciare gli aggiornamenti per la sicurezza dedicati a questo sistema operativo server. Praticamente stesso scenario dell’Aprile dell’anno scorso per Windows XP, solo che adesso non sono le postazioni “client” a rimanere senza aggiornamenti, ma i più importanti e fondamentali server. Ecco allora qualche indicazione per affrontare in tempo la situazione.

Tutti i prodotti Microsoft hanno un “ciclo di vita” nel quale vengono puntualmente rilasciati aggiornamenti con lo scopo di migliorare o correggere il software. Tra gli aggiornamenti importanti vi sono sicuramente quelli relativi alla sicurezza, cioè quelli che sono in grado di “riparare” il prodotto da una vulnerabilità nota che può essere sfruttata da virus e malware per danneggiare il sistema.

Risulta quindi evidente che continuare ad utilizzare un sistema non più aggiornato espone pc e server a maggiori rischi e, in certi casi, non è nemmeno sufficiente un buon antivirus per “compensare” il mancato aggiornamento del software.

Il nostro consiglio, magari “scontato”, ma purtroppo non esistono alternative altrettanto sicure, è decisamente quello di pianificare l’aggiornamento dei server 2003 (e anche di pc con XP) quanto prima per non rischiare di vedersi la rete infettata da virus che sfruttando le vulnerabilità non più corrette potrebbero mettere in serio pericolo le informazioni aziendali.

L’aggiornamento/sostituzione di un server è sempre un’operazione molto delicata e complessa che richiede tempo e, in alcuni casi, anche un investimento economico importante. Nel caso specifico di un server con Windows 2003 sarà probabilmente necessaria anche la sostituzione fisica del prodotto oltre alla versione del sistema operativo, considerando che queste macchine avranno mediamente 7/8 anni di lavoro alle spalle. A tal proposito abbiamo realizzato una piccola guida  per realizzare una rete veloce e sicura dove troverete alcuni consigli generali per scegliere il nuovo server, ed altre informazioni utili anche nel caso dobbiate rivedere altri aspetti della rete.

Per quanto invece riguarda la scelta del sistema operativo server da installare, almeno in ambiente Microsoft, queste sono le attuali possibilità:

I nuovi  sistemi operativi server  2012 di Microsoft

Windows Server 2012

Le versioni “Foundation” ed “Essentials” si rivolgono principalmente a piccole aziende dove la rete è realizzata generalmente attorno ad un unico server. Queste versioni hanno costi molto contenuti e non sono richieste le licenze CAL  per i client. Occorre valutare se le loro limitazioni, che vedete riassunte nella foto qui sopra, siano “compatibili” con le Vostre esigenze. Aggiungiamo, come ulteriore limitazione, il fatto che non è possibile utilizzare i servizi terminal ( desktop remoto ) su queste due versioni, tranne che per 2 sessioni contemporanee adibite alla gestione del server come amministratore remoto.

La versione “Standard” e la versione “Datacenter” sono invece rivolte a strutture di rete più complesse, con più server fisici e virtuali. Sono richieste le licenze CAL per i pc client e, a differenza di precedenti versioni di Windows server, non ci sono CAL comprese nel pacchetto server.

Migrazione o reinstallazione  del sistema operativo ?

Immaginiamo di avere acquistato una nuova macchina  con il sistema operativo Windows server 2012 e di doverla sostituire a quella con il “vecchio ” Windows server 2003.  Le strade possibili sono in pratica 2: la migrazione o la reinstallazione da zero. Vediamo vantaggi e svantaggi di entrambe:

Migrazione Nuova installazione
Tempi di fermo macchina inferiori. Tempi di fermo macchina maggiori
Costi di manodopera inferioriCosti di manodopera superiori
Procedura di migrazione molto complessanessuna procedura di migrazione, solo importazione dei dati.
Rischio di importare problematiche del vecchio sistemaInstallazione pulita da zero con nuove configurazioni

Ci sarebbe poi anche una terza possibilità che presentiamo per completezza di informazione e che consiste nel “trasformare” il server fisico in una ” macchina virtuale” ( VM ) attraverso prodotti come Vcenter Converter di vmware. In pratica  viene “fotocopiato” lo stato software del server 2003 e salvato il una virtual machines che può subito essere utilizzata nel nuovo server con una piattaforma di virtualizzazione vmware. La procedura garantisce tempi e costi ridotti al minimo, ma la sconsigliamo perchè continueremo ad utilizzare, sia pur in maniera virtuale, un server 2003 non più aggiornabile, portandoci dietro tutte le eventuali problematiche presenti nella vecchia installazione.

Noi consigliamo sempre la reinstallazione da zero per avere la garanzia di ripartire con un sistema pulito e riconfigurato alla perfezione. Inoltre consideriamo anche il fatto che i server 2003 sono sistemi operativi a 32bit sviluppati con tecnologie di oltre 10 anni contro gli attuali sistemi a 64bit. Qualsiasi forma di migrazione o artificio per risparmiare tempo e soldi difficilmente potrà offrire la sicurezza e le performance di una nuova installazione. Ma come sempre occorre valutare la situazione di volta in volta.

Concludiamo ricordandovi che per qualsiasi chiarimento siamo sempre a Vostra disposizione per analizzare più dettagliatamente la Vostra situazione.